Il pranayama viene definito come controllo del respiro ma è una definizione assolutamente impropria e limitata. In realtà la parola è composta da due radici cioè prana ed ayama oppure yama.


Il prana rappresenta l'energia vitale, che è più sottile dell'ossigeno che respiriamo.

La parola ayama viene tradotta come espansione, come invece la parola yama viene tradotta come controllo.

 

Per cui il significato di pranayama è "espansione o controllo dell'energia vitale"; quindi il prana viene, per così dire, indirizzato attraverso  delle tecniche di inspirazione, espirazione e ritenzione.

 

Noi metteremo in pratica alcuni aspetti del pranayama, che ci saranno utili per addentrarci in seguito nelle pratiche del Kriya Yoga.

 

 

 

 

I cookie ci aiutano a fornire i servizi nel nostro sito. Utilizzando il sito l'utente accetta l'uso dei cookie secondo le nostre linee guida.